Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA LAURIA (PZ) 97.100

Elisa, Pinguini, Subsonica e Negrita: “Non lasciateci #SenzaMusica” Artisti uniti per chiedere che la musica sia una priorità del DL Rilancio 10-06-2020

Elisa, Pinguini Tattici Nucleari, Levante, Brunori Sas, Luca CarboniNegritaSubsonica e Willie Peyote sono tra gli artisti che chiedono al Governo di inserire la musica tra le priorità del Decreto Legge Rilancio, con la campagna #SenzaMusica. Cesare Cremonini promuove l'iniziativa del coordinamento La musica che gira.

Non lasciateci #SenzaMusica”: lo chiedono molti musicisti, tra i quali anche Calcutta, CosmoRoy Paci, Frankie Hi-Nrg Mc e il dj Claudio Coccoluto insieme a tutto il mondo delle discoteche.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Nelle ultime settimane il governo, in rare occasioni, ha preso in considerazione il settore dello spettacolo, accogliendo alcune istanze e ponendo il Decreto Legge Rilancio come soluzione per la ripartenza. Il settore culturale genera una parte importante del PIL in Italia, ma in queste ultime settimane solo l'1% dei fondi stanziati per la ripartenza è stato dato alla cultura. Alla Camera sono state depositate delle modifiche necessarie per far sì che il DL Rilancio non sia di nuovo una legge discriminatoria, ma una reale occasione di ripartenza, con giuste condizioni. Oggi, proprio alla Camera, inizia la discussione delle istanze di emendamento al DL Rilancio che saranno discusse e approvate nei prossimi giorni. La nostra è una richiesta di mobilitazione a tutti i livelli per far sì che la Musica sia nella lista delle priorità del Governo. Se vi va, condividete! Non lasciateci #senzamusica

Un post condiviso da Pinguini Tattici Nucleari (@pinguini_tattici_nucleari) in data: 9 Giu 2020 alle ore 4:09 PDT

I Pinguini Tattici Nucleari dichiarano: “Nelle ultime settimane il governo, in rare occasioni, ha preso in considerazione il settore dello spettacolo, accogliendo alcune istanze e ponendo il Decreto Legge Rilancio come soluzione per la ripartenza. Il settore culturale genera una parte importante del PIL in Italia, ma in queste ultime settimane solo l'1% dei fondi stanziati per la ripartenza è stato dato alla cultura. Alla Camera sono state depositate delle modifiche necessarie per far sì che il DL Rilancio non sia di nuovo una legge discriminatoria, ma una reale occasione di ripartenza, con giuste condizioni. Oggi, proprio alla Camera, inizia la discussione delle istanze di emendamento al DL Rilancio che saranno discusse e approvate nei prossimi giorni. La nostra è una richiesta di mobilitazione a tutti i livelli per far sì che la Musica sia nella lista delle priorità del Governo. Se vi va, condividete! Non lasciateci #senzamusica”.

I Subsonica e i Negrita hanno condiviso questo messaggio: “Sono state depositate alla Camera le proposte di emendamento necessarie a far sì che il DL Rilancio non sia di nuovo una legge discriminatoria per il settore musicale, ma una reale occasione di ripartenza alle giuste condizioni. Chiediamo con forza al Governo che queste istanze vengano ritenute prioritarie. No a un DL #senzamusica!”. Elisa, Levante, Luca Carboni e Brunori Sas hanno condiviso l'iniziativa nelle loro Storie.

Willie Peyote ha affermato: “#SENZAMUSICA non c'è rilancio. Facciamoci sentire per tornare presto a farvi ascoltare la musica, la nostra musica (che poi in realtà è vostra)”. Cesare Cremonini ha postato nelle sue Instagram Stories la pagina de La musica che gira, il coordinamento composto da lavoratori, artisti, imprenditori e professionisti della musica e dello spettacolo che hanno deciso di fare rete e unirsi nell'attuale emergenza.


Autore:
Francesco Carrubba
10-06-2020 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO