Menu
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA MESSINA (ME) 90.900

Silvia Di Stefano

BIOGRAFIA

Sono nata in un piccolo paesino del novarese, in una famiglia di artisti: mia madre e mia zia mi facevano addormentare cantando i brani di Simon e Garfunkel, mio nonno mi insegnava i canti patriottici e mia nonna mi faceva stare buona con le videocassette dei Musical Americani degli anni quaranta. Sono cresciuta guardando mia madre vincere Castrocaro, il Festival di Sanremo e quello di Tokyo, vi sembra strano che fino a 19 anni volessi fare la hostess?Non mostravo alcun interesse all'idea di salire su un palco, c'erano già troppi artisti in famiglia e io ero pure stonata. Ma quand'ero sola a casa tenevo concerti davanti allo specchio con la voce di Whitney Houston e l'immancabile evidenziatore al posto del microfono. Era inevitabile che, prima o poi, ci sarei cascata anch'io! Da Novara mi trasferisco a Milano poi a Bergamo e infine a Roma dove, dopo il diploma, inizio a studiare alla scuola di Musical di Enzo Garinei e al Mastmaster (Musical Actor's School – Theater), seguendo contemporaneamente i corsi di canto di Nora Orlandi.Con alcuni ragazzi della scuola di Garinei creo una piccola compagnia, la "Legge 180", con cui mettiamo in scena spettacoli inediti autoprodotti e nel 2000 al concorso Comix riusciamo a vincere il premio come miglior regia. Mentre vivo di pane e teatro, continuo a frequentare il mondo della musica, partecipando alle tournée di mia madre, dapprima come corista, poi cantando con lei in duetto.

Incido i cori negli album dei Pooh e li seguo nella loro tournée "Amici x Sempre", dirigendo il coro gospel e partecipando poi anche a Telethon e al concerto organizzato dall'U.N.I.T.A.L.S.I. nella cattedrale di Lourdes.Pur essendo cresciuta con la musica leggera nelle ossa, ho voglia di sperimentare anche altri generi. Debutto nel rock prima con gli Ars Pagana ed in seguito con i Moonbase, e nel jazz come solista in vari club della capitale. Ma la musica che scorre nell'I-Pod è tutta… MUSICAL!!! Nel 2002 Saverio Marconi mi scrittura come "ensemble" nel Musical-Kolossal "Pinocchio" targato Compagnia della Rancia. Nella prima edizione del marzo 2003 ho tre battute, ad ottobre si aggiungono due frasi cantate, a gennaio 2004 sono la Mamma di Lucignolo per poi essere promossa, nelle successive edizioni, al ruolo di Volpe. Grazie a Pinocchio provo, ancora una volta, l'emozione di essere in scena con mia madre e ho la grande fortuna di conoscere quelli che oggi sono i miei migliori amici, inseparabili compagni di vita e di scena con cui mi ritrovo in tutti i lavori successivi:nel 2004 "Sketch" dove lavoro a fianco di Angelo Di Figlia al Teatro Nazionale di Milano, nel 2005 è la volta di "Toc Toc – A time for Musical" con Manuel Frattini e ancora Di Figlia. All'inizio del 2006 si conclude con 359 repliche la magica avventura di Pinocchio, che vede, puntualmente al mio fianco, nel ruolo del Gatto, Alessandro Salvatori. Con lui mi ritrovo nel Musical "François" di Andrea Palotto, riadattamento teatrale del celebre cartone animato "Lady Oscar".

Alla fine del 2006 Saverio Marconi mi vuole ancora con sé per il Musical "Cabaret" con Michelle Hunziker, dove interpreto Fraulein Inge Kost. La danza non è decisamente il mio forte ed il personaggio da interpretare pretende una consistente performance ballata. I miei dubbi di non essere all'altezza del ruolo vengono fugati dal coreografo Fabrizio Angelini, che mi ha sempre dato grande fiducia. Il biennio successivo vede susseguirsi tre Musical: "Blues Mama Club" con Alessandro Salvatori e Angelo Di Figlia che mi aiutano a curarne anche la messa in scena,"A Tempo di Musical" con Andrea Verzicco e Nadia Scherani e "Sindrome da Musical", ancora con Manuel Frattini. 

Il 2008 vede la nascita del progetto “Volare”, sempre grazie all’infinita collaborazione dei miei “amici di palcoscenico”. Una nuova avventura, diversa dai soliti itinerari musicali che sono abituata a frequentare, un’idea nata dall’ingenuità di una scommessa e cresciuta con un alone di incoscienza, con grandi entusiasmi capaci di sfuggire a qualsiasi controllo. Da un singolo pubblicato su MySpace con 550.000 visualizzazioni ottenute, si arriva ad un contratto discografico con pubblicazione di un album e videoclip del singolo "Volare". L'album di cover degli anni '60 famose in tutto il mondo, magistralmente arrangiate da Marcello De Toffoli, è ancora in vendita su I-Tunes.

Nella stagione 2009-2010 torno in scena con "Pinocchio", sempre nel ruolo di Volpe e responsabile musicale, in un tour che inizia al Kodak Theatre di Seoul (Korea) e che prosegue in tutta Italia, concludendosi al Teatro Sistina di Roma. Ma ad ottobre 2010 si realizza un sogno, qualcosa che non accadeva ad uno spettacolo italiano dal 1964: "Pinocchio" arriva a New York e lì, si conclude definitivamente a quota 460 repliche.Alla fine del 2010, uscito magicamente da una lampada, un nuovo Musical: "Aladin" scritto da Stefano D'Orazio con le musiche dei Pooh e la regia di Fabrizio Angelini, che mi vede ancora una volta accanto a Manuel Frattini e all'irrefrenabile Roberto Ciufoli. Qui interpreto Shadia, la dama di compagnia della principessa Jasmine, ingombrante e sfacciata, molto pratica, risoluta e combattiva. Il tappeto magico è volato attraverso tutto lo Stivale vincendo il Biglietto d'Oro per record di pubblico e incassi, e si è posato sul tetto del Sistina a fine stagione, pronto per essere ripreso e immortalato in un dvd.Nell'estate del 2011 sono la mitica bidella Maria Pia accanto all'incontenibile Paolo Ruffini in "80 voglia di 80" e, a Natale dello stesso anno, cambiando totalmente genere e atmosfera, affianco Roberto Rossetti e Valentina Spalletta ne "Il Dono", di cui curo anche la regia e in cui interpreto Yael, in una toccante storia inedita scritta da Lena Biolcati e con le coreografie di Nadia Scherani.

L'amicizia che mi lega a Manuel Frattini, Angelo Di Figlia e Andrea Verzicco dall'allestimento di "Pinocchio" nel 2002, spinge questo nostro gruppo a portare avanti ed ampliare un progetto nato nel 2008 insieme a mia madre: "Sindrome da Musical". Un atto unico nato per gioco, per stare insieme e fare qualche serata, divenuto in breve tempo un vero e proprio Musical, diretto da Alfonso Lambo, che ci porta a girare l'Italia in lungo e in largo, dal 2010 fino ad oggi.Dopo anni di stage e masterclass create con Lena Biolcati, e sperimentate con successo in tutta Italia, nasce un progetto originale ed innovativo che è quello di far sperimentare, ai giovani appassionati del Musical, il palcoscenico insieme ai grandi professionisti del settore. Già negli anni passati erano stati creati da me e Lena, spettacoli ad hoc per scuole e compagnie, come "A tempo di Musical", "Gran Varietà", "Blues Mama Club", "Bugiardi si diventa" e tanti altri, ma con "Sindrome da... stage" è stata coniata una formula efficace. Dopo 4 giorni di workshop intensivo, i ragazzi possono esibirsi in "Sindrome da Musical" accanto ai protagonisti, sperimentando un'emozione inaspettata, ma soprattutto respirando la professionalità con cui viene affrontato questo mestiere.

La stagione invernale 2012/2013 mi riserva due grandi momenti: la possibilità di affiancare Saverio Marconi e Marco Iacomelli nell'allestimento di "Frankenstein Junior" con Giampiero Ingrassia e il conseguimento del premio "Musical Day: Miglior Performer Femminile dell'anno 2011/2012" per gli spettacoli "Aladin" e "Sindrome da Musical".

Ascolta i jingle dell'artista (1 jingle)

Discografia

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO