Menu
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA CORDENONS (PN) 101.550

Alberto Fortis

BIOGRAFIA

Alberto Fortis è nato il 3 giugno 1955 a Domodossola. La passione per la musica nasce suonando la batteria a 13 anni, tre anni dopo già suona per la prima volta in Rai con la band I Raccomandati. Si fa le ossa con cover di chiara ispirazione rock: Credence Clearwater Revival, Ten Years After, Led Zeppelin, Vanilla Fudge. Improvvisamente, a 18 anni, inizia a suonare il pianoforte pur senza averlo mai studiato, forte di un istinto affinato in tanti anni di batteria. Nel 1979 esc il 33 giri d'esordio Alberto Fortis con il supporto strumentale della Premniata Forneria Marconi di Mussida, Di Cioccio e Pagani: la speranza è di vendere almeno cinquemila copie, alla fine se ne contaneranno 100 mila. Il secondo album Tra demonio e santità (1980) fu un atto di coraggio premiato nel tempo: oggi è un disco di culto. 

Il terzo album, La grande grotta (1981), consacra il suo successo commerciale. Inizia così il suo pellegrinaggio artistico fra il Vecchio e il Nuovo Continente. Il disco è frutto di una vacanza negli Stati Uniti: in uno spartano club di musica fusion, chiamato Baked Potato, Fortis ha assistito a una jam session di Al Jarreau con i musicisti, fino a quel momento a lui sconosciuti, che avrebbero poi suonato nell'album: Abraham Laboriel (basso), Alex Acuna (batteria e percussioni), Dean Parks e Mitch Holder (chitarre), John Phillips (sax), Garey Mielke (tastiere, già con i Supertramp per "Breakfast in America").  Nel 1982 esce Fragole infinite, registrato nei mitici studi di Abbey Road. El nino (1984) è stato concepito assieme a Claudio Dentes, che ha suonato chitarra e basso, mentre Alberto si è alternato a batteria, tastiere e al pianoforte. Le guest star sono Lucio "violino" Fabbri e Demo Morselli, astro nascente della tromba che proprio nelle canzoni di Fortis ha sperimentato la sua vena rock. Nell'album West Of Broadway (1985), invece, l'orchestra è stata scelta dal celebre arrangiatore Bill Conti, autore delle colonne sonore della saga cinematografica di Rocky.  Nella Grande Mela incontra Carlos Alomar, coautore di alcuni brani di John Lennon e da vent'anni stretto collaboratore di David Bowie. Alomar ha prodotto il disco Assolutamente tuo (1987), inciso con la band di Bowie. Rientrato in Italia, Fortis ha collaborato con l'entourage di Vasco Rossi: il produttore Guido Elmi e la Steve Rogers Band di Solieri, Melotti e Golinelli. Insieme hanno inciso due album: Carta del cielo (1990), al quale partecipa anche Mel Collins (già sax per i Pink Floyd), e il greatest hits live L'uovo (1991), secondo "best of…" dopo Fortissimo. Nel 1992, in occasione delle celebrazioni per i cinquecento anni della scoperta dell'America, Alberto Fortis ha aperto il concerto che Bob Dylan ha tenuto a Genova.

Prosegue l'andirivieni fra Italia e Stati Uniti di Alberto, che divide la propria residenza fra Milano e Los Angeles. Negli Usa viene registrato il suo undicesimo disco: Dentro il giardino (1994), realizzato in una futuristica sala d'incisione, utilizzata anche dagli U2, nella quale musicisti e ingegneri del suono lavoravano in sale lontane, comunicando fra loro attraverso grandi schermi. L'album è impreziosito dal coro gospel della Pentecostal Community Choir (già collaboratori di Bruce Springsteen, Tina Turner, Aretha Franklyn e Stevie Wonder). Sempre a Los Angeles è stato registrato Angeldom (2001), un altro disco ricco di collaboratori illustri, a cominciare da Alex Acuna (percussioni). Alla batteria si sono alternati Vinne Colaiuta e Jonathan Moffet (batterista storico di Michael Jackson e in tour anche con Madonna), la chitarra è di Mikal Reid (co-produttore di Ben Harper) e il basso è di Chris Wise (oggi bassista ufficiale dei Cult) e di Abraham Laboriel. Nel 2005 prende parte a O' Scià, il festival voluto da Claudio Baglioni sulla spiaggia dell'isola di Lampedusa. Nel 2006 partecipa alla terza edizione di Music Farm.

Fortis è anche autore di due libri di poesie: Tributo giapponese (1988) e Dentro il giardino (1994), entrambe edite da Tranchida, e del romanzo autobiografico Al. Che fine ha fatto Yude?.

Il 30 settembre 2014 è uscito "Do l'anima", il suo nuovo album di inediti, a distanza di nove anni dal precedente progetto discografico. L'8 aprile 2016, Alberto Fortis pubblica l'EP "Con Te", che traccia una svolta sonora decisiva.  

Discografia

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO