Menu
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA SPELLO (PG) 99.100

Willie Peyote, La tua futura ex moglie: la sua prima vera canzone d'amore Ha appena compiuto 34 anni e il brano è il suo regalo ai fan 30-08-2019

Il singolo La tua futura ex moglie anticipa il nuovo album di Willie Peyote. Amatissimo per le frasi dei suoi testi, è stato ospite dei concerti del tour 2019 dei Subsonica nei palasport. Il brano è in onda su Radio Italia da oggi, venerdì 30 agosto.

La tua futura ex moglieè forse il mio primo vero pezzo d'amore, almeno il primo in cui non faccio il preso male. Cioè si, c'è la fine già nel titolo, ma a sto giro c'è effettivamente la paura di perdere qualcosa più che la rassegnazione. È l'inizio di tutto un nuovo percorso in cui, come ogni disco, sono cambiato prima io e poi la musica. Il resto lascio che lo cogliate dopo un paio di ascolti, che certe cose si nascondono sempre tra le righe”, spiega Willie Peyote.

Il cantante ha appena compiuto 34 anni e ha commentato sui social: “Il disco è pronto. Il singolo è il primo tassello di questo nuovo percorso e non vediamo l'ora di far ripartire sta giostra. Insomma, per non sentire la vecchiaia incombente il regalo lo faccio io a voi, ma questo non potete riciclarlo come la solita sciarpa che arriva a natale”.

Il singolo La tua futura ex moglie, prodotto da Frank Sativa, anticipa il nuovo album dell’artista, la cui uscita è prevista entro la fine del 2019. Con 4 album all’attivo, negli anni Willie Peyote ha ottenuto sempre più consensi da parte del pubblico ma anche della critica, che loda la sua capacità di fondere l’energia e la padronanza tecnica della musica rap con frasi e testi che guardano alle canzoni d’autore per come affrontano le tematiche sociali e attuali, il tutto con un’ironia tagliente e divertente.

Il suo ultimo progetto Sindrome di Tôret, pubblicato nel 2018, viene accolto molto positivamente e raggiunge la Top 10 della classifica FIMI degli album più venduti; contemporaneamente il brano Ottima Scusa viene certificato disco d’oro. Sempre dello stesso anno è la sua collaborazione con i Subsonica, con i quali incide la traccia L'incubo, firmando un sodalizio che non si traduce solo in studio ma anche nella dimensione live: Willie, infatti, è ospite fisso di tutte le date dei concerti nei palazzetti dello sport del tour 2019 del gruppo torinese.

Willie Peyote, pseudonimo di Guglielmo Bruno, nasce a Torino nel 1985 da padre torinese di Barriera e madre biellese. Il suo nome d’arte unisce Wile E. Coyote con il peyote, pianta allucinogena proveniente dall’ America settentrionale. Willie è un riferimento al suo vero nome, Guglielmo. È considerato una delle figure più interessanti e innovative della scena Indie italiana contemporanea. Nel 2011 pubblica il suo primo album solista, Il manuale del giovane nichilista, che già dal titolo suggerisce la sua visione del mondo e il suo modo di comunicarlo ai suoi ascoltatori, condensato in un provocatorio mix di cinismo, autoironia e denuncia sociale. Due anni dopo, nel 2013, esce Non è il mio genere, il genere umano, che sembra riconfermare il suo pseudo-pessimismo antropologico. Nel 2015 pubblica Educazione Sabauda, disco che lancia definitivamente Willie. L’album è costellato di citazioni più o meno dirette, rivolte ai grandi nomi del rap, del rock e della canzone d’autore. Il 6 ottobre 2017 esce Sindrome di Tôret. Il disco, che secondo Willie è la coniugazione ideale dei suoi due istinti musicali, quello rock e quello hip-hop, è stato accolto molto positivamente. Nel 2018 esce 8 dei Subsonica, contenente una collaborazione di Willie Peyote che canta nel brano L’incubo, pubblicato come singolo l’8 marzo 2019. Nel 2019 è atteso il suo nuovo album.


Autore:
Francesco Carrubba
30-08-2019 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO