Menu
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA BELLUNO (BL) 95.800

Willie Peyote, corpo estraneo a Sanremo, in diretta su Radio Italia “Il mio segreto di felicità è quello di cercarla”   02-03-2021

Willie Peyote è stato l'artista del Festival di Sanremo che ha chiuso il primo giorno di dirette radio/video di Radio Italia nel FUORISANREMO REWARD di Intesa Sanpaolo, in compagnia di Daniela Cappelletti ed Emiliano Picardi. Lui si esibirà domani sera, quindi stasera seguirà la kermesse da spettatore.


Come va la tua “ansiettina"?

La tengo a bada, oggi ho fatto l’ultima prova e ho iniziato a sentire che sale. Vediamo domani. Stasera rompono il ghiaccio gli altri e io posso vedere come va. E’ un gioco, come tutta la canzone. Il mio approccio è prendere in giro me stesso che partecipo e anche tutto il carrozzone”.

Sei fuori dai canoni di Sanremo, come ti senti?

In realtà mi si addice il ruolo di corpo estraneo, è tutta la vita che lo vivo. E’ divertente, ma aspetterei di vedere la reazione del pubblico alla mia performance prima di decidere se ho fatto bene o male a partecipare. Non avere il pubblico in sala, per il brano che porto, può essere anche meglio. Lo vivràò come un programma televisivo, cosa che effettivamente è”.

Qual è l’elemento più fastidioso di questo momento? E quello positivo?

Se può insegnare qualcosa a qualcuno, a me può insegnare la pazienza e la sopportazione dell’attesa. Quello che mi dà fastidio è che abbiamo detto ‘andrà tutto bene’ e ‘ne usciremo migliori’, ma poi non si è fatto molto a riguardo. Stiamo solo sulla superficie delle cose e il mio brano affronta questa cosa”.

Qual è il tuo segreto di felicità?

Non lo so ancora, me ne consigliate uno di qualcun altro? Cosa dice Francesco Renga? Il mio segreto di felicità è quello di cercarla”.

Hai avuto il coraggio di duettare con il grande Samuele Bersani nella serata delle cover. So che l’hai conosciuto durante le prove…

Sì, ci eravamo sentiti al telefono, ma ci siamo incontrati per la prima volta qui. Il confine fra coraggio e incoscienza è molto sottile. 'Giudizi universali' è un pezzo è meraviglioso e ho pensato che fosse un modo di dimostrare che nella mia musica ci sono anche dei riferimenti che partono da Samuele e da quel modo di scrivere lì”.

Autore:
Simone Bernardi
02-03-2021 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO