Menu
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA SPILIMBERGO (PN) 101.900

Vasco Rossi, 38 anni di “Vita spericolata”: il ricordo di com’è nata Il rocker recupera i primi video, svela alcuni retroscena e continua i suoi allenamenti 27-08-2020

Esattamente 38 anni fa nasceva “Vita spericolata”, uno degli immortali successi di Vasco Rossi. Attraverso i social network, il rocker ha ricordato come ebbe origine la canzone, presentata per la prima volta al Festival di Sanremo nel 1983.

Vasco ha ricordato il momento in cui la canzone ha iniziato a prendere forma: l’artista si trovava davanti a un campo sportivo, in Sardegna, in un giorno di pioggia dell’agosto del 1982.

Inizialmente, però, il testo partiva con le parole Io voglio Licia”, che non convincevano Vasco. “Non trovavo niente di meglio. Poi è venuto fuori ‘Voglio una vita...’: quando è arrivato, sono impazzito dalla gioia”, ha scritto l’artista tra le sue Storie su Instagram.

Per arrivare alla prima frase del pezzo, Vasco ci ha messo 6 mesi: la musica di Tullio Ferro, infatti, era così “bella e stimolante” che il cantante non trovava un testo all’altezza”.

In questo tuffo nel passato, Vasco Rossi ha ripreso anche il commento che grandi artisti fecero di lui e di quel magico pezzo. Ad esempio, Lucio Dalla disse: “‘Vita spericolata’ è un capolavoro, una delle canzoni più riuscite e più ambigue in senso positivo. Testo e musica sono esemplari”. All’epoca, invece, Gino Paoli paragonò Vasco a se stesso per la sua voglia di “rompere con il resto” e andare “contro un certo tipo di mentalità”.

Dopo il penultimo posto a Sanremo 1983, “Vita spericolata” venne inserita nell’album “Bollicine”, insieme ad altri pezzi destinati a diventare storici come quello che dà il titolo al disco e come “Una canzone per te”.

Intanto, tornando al presente, Vasco sta continuando i suoi allenamenti tra le colline emiliane e dintorni. Dopo aver percorso il Passo di Annibale, oggi Vasco è salito in sella alla sua bici per mantenersi in forma: “L’estate sta finendo, ma gli allenamenti gioiosi proseguono, per rimanere vivi, sani e lucidi fino al 2021”, ha detto mentre era impegnato a pedalare.

Il tour dell’artista nei festival, che si sarebbe dovuto svolgere questa estate, è stato infatti posticipato all’anno prossimo.


Autore:
Andrea Basso
27-08-2020 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO