Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA ARCO (TN) 105.200

Gianni Morandi parla per la prima volta del suo incidente Ha ustioni sul 15% del corpo. Deve ancora rimanere in ospedale 05-04-2021

Per la prima volta, Gianni Morandi ha raccontato, dal letto dell'ospedale Bufalini di Cesena, l'incidente domestico avuto quasi un mese fa.

Mentre stava bruciando sterpaglie nel giardino di casa, poco distante da Bologna, il cantautore è finito nel fuoco

"Prima di tutto, ho salvato la vita. Perché quando tu cadi dentro a una buca così, mentre spingi dentro un tronco che pensi faccia resistenza, e ti trovi in mezzo alle braci, con le fiamme intorno, è una cosa tremenda", ha raccontato al Resto del Carlino. "La seconda cosa importante è che ho salvato la faccia", ha aggiunto. 

Gianni ha ustioni sul 15% del corpo. Le bruciature sono di secondo e di terzo grado e sono su entrambe le mani, le ginocchia, un gluteo, una parte della schiena e una dell'orecchio. Le ustioni e il cambio delle bende fanno davvero male. "Senza l’aiuto dei farmaci non si può resistere a questo dolore. Ogni due giorni mi facevano una medicazione. Ma la medicazione è una cosa molto dolorosa e ti devono addormentare", ha confessato. 

Nonostante tutto, l'artista è convinto di essere stato fortunato. "Credo che ci sia qualcuno che mi ha guardato dal cielo", ha ammesso. 

Comunque, l'incidente lo ha cambiato solo in minima parte. "Ti senti meno spavaldo, meno sicuro", ha confessato. È rimasto il solito ottimista anche grazie all'aiuto della moglie Anna (che può stare in ospedale con lui solo due ore al giorno) e all'affetto delle persone.

In queste settimane ha ricevuto messaggi e chiamate da tutto il mondo, "perfino dalla Russia e dall'America". Anche tanti colleghi gli hanno espresso la loro vicinanza. Qualche giorno fa, ad esempio, nel cuore della notte, ha parlato al telefono con Nek; anche lui ha avuto un terribile incidente.

Gianni dovrà rimanere in ospedale ancora per una decina di giorni. A quanto pare, però, le giornate in ospedale non sono noiose. Ha sempre qualcosa da fare: controlli di routine, pasti, passi nel corridoio. "Arrivo a sera che non sono riuscito a fare tutto quello che volevo fare", ha svelato. 

Una volta tornato a casa dovrà proseguire il recupero. Dovrà fare molta fisioterapia, anche alla mano destra. "La mano destra in questo momento è piuttosto debole. Ci vorrà del tempo. Bisogna ridarle vitalità", ha spiegato. Per fortuna, la mano sinistra, quella che usa per gli accordi, si muove abbastanza bene. 


Autore:
Mara Bizzoco
05-04-2021 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO