Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA TERAMO (TE) 101.800

Eros Ramazzotti, la figlia Aurora: “Grazie ai miei genitori respiro arte” “La vita riporterà quella bambina proprio lì dove è stata cresciuta” 16-06-2020

Eros e la figlia Aurora Ramazzotti sono protagonisti di un video pubblicato su Instagram dalla ragazza, che nel post parla di quanto è “naturale la trasmissione dell'arte da un genitore a un figlio” e poi si rivolge alla bimba della clip, cioè se stessa, dicendo: “La passione dei suoi genitori sarà sua per sempre. E in qualche modo è già incisa nel suo destino”.

La figlia di Pino Daniele, Sara, sua grande amica, commenta: “Mi ritrovo parecchio in quello che dici...”.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudo così questo inizio giornata all’insegna dei ricordi. Con una mia riflessione, per chi in questo paese ancora non sembra capire quanto sia naturale la trasmissione dell’arte da un genitore a un figlio. È una questione di pelle, di cuore. Il modo, il mondo in cui veniamo cresciuti definisce la nostra essenza senza eccezioni. Un bambino molto amato da un papà chirurgo potrà diventare architetto ma porterà sempre il segno della passione di chi l’ha forgiato. Non è poi così difficile da capire che si possa addirittura tentare di seguire le orme dei propri genitori per lo stesso motivo. Eppure ancora oggi non è scontato. Molti vaneggiano nella paura di un fallimento a causa di un patrimonio professionale/artistico importante alle proprie spalle e non solo. Temono di fare un torto a qualcuno, cercano altre strade e a volte non ci provano nemmeno perché i fatti parlano da sé. Questo video è bello perché racconta una storia: quella di una bambina felice e inconsapevole del suo privilegio. Per lei assistere all’arte è normale, le scorre nelle vene e la respira da sempre, non conosce altro. Non sa che la vita la riporterà, tramite vie traverse, proprio lì dove è stata cresciuta. Ma se c’è una cosa certa è proprio questa: la passione dei suoi genitori sarà sua per sempre. E in qualche modo è già incisa nel suo destino.

Un post condiviso da Aurora Ramazzotti (@therealauroragram) in data: 16 Giu 2020 alle ore 4:20 PDT

Con il video che vede Eros Ramazzotti alla batteria e la figlia accanto, Aurora chiude una giornata “all'insegna dei ricordi” con una sua riflessione indirizzata a “chi in questo paese ancora non sembra capire quanto sia naturale la trasmissione dell’arte da un genitore a un figlio”: “È una questione di pelle, di cuore. Il modo, il mondo in cui veniamo cresciuti definisce la nostra essenza senza eccezioni. Un bambino molto amato da un papà chirurgo potrà diventare architetto ma porterà sempre il segno della passione di chi l’ha forgiato. Non è poi così difficile da capire che si possa addirittura tentare di seguire le orme dei propri genitori per lo stesso motivo. Eppure ancora oggi non è scontato. Molti vaneggiano nella paura di un fallimento a causa di un patrimonio professionale/artistico importante alle proprie spalle e non solo. Temono di fare un torto a qualcuno, cercano altre strade e a volte non ci provano nemmeno perché i fatti parlano da sé”.

Aurora Ramazzotti, data alla luce da Eros Ramazzotti e Michelle Hunziker il 5 dicembre 1996, 23 anni fa, spiega: “Questo video è bello perché racconta una storia: quella di una bambina felice e inconsapevole del suo privilegio. Per lei assistere all’arte è normale, le scorre nelle vene e la respira da sempre, non conosce altro. Non sa che la vita la riporterà, tramite vie traverse, proprio lì dove è stata cresciuta. Ma se c’è una cosa certa è proprio questa: la passione dei suoi genitori sarà sua per sempre. E in qualche modo è già incisa nel suo destino”.

Sara Daniele, figlia del grande Pino e molto amica di Aurora, risponde: “Non capisco perché, ma mi ci ritrovo parecchio in quello che dici. P.s. spero che un giorno la gente capirà e vedrà quanta fatica hai fatto (e ahimè ancora farai) per realizzare tutti i tuoi sogni. Il cognome certo aiuta, ma la cazzimma o ce l’hai o non ce l’hai, e te amica mica ce ne hai a palate!”.


Autore:
Francesco Carrubba
16-06-2020 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO