Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA RECCO (GE) 106.300

Sanremo 2021, Elena Faggi: “Dall'ukulele in cameretta al Festival” “Tra i Big i Maneskin sono bravissimi sul palco, Madame ha la mia età” 04-03-2021

Elena Faggi ha scritto “Che ne so” nella sua stanza con l'ukulele e si è ritrovata a cantare la sua canzone al Festival di Sanremo 2021 tra le Nuove Proposte insieme al fratello Francesco. La soddisfazione è grande nonostante la mancata finale: ecco la sua chiacchierata al FUORISANREMO REWARD di Intesa Sanpaolo in diretta radio, video e web.

Qual è il tuo bilancio di questo Sanremo?
Già è tantissimo, a 19 anni, arrivare lì. Il testo del brano è partito dalla mia cameretta suonando l'ukulele, quindi è tutto un po' surreale. Per accompagnarmi quando inizio a scrivere dei pezzi, utilizzo il piano o l'ukulele, solo perché non so ancora suonare la chitarra e il violino non mi sembra adatto per questo

Com'è stato cantare senza pubblico davanti?
E' stato particolare perché non percepisci il calore della gente e sarebbe stato diverso. Però io l'ho vista come una sfida in più, perché puoi far arrivare le emozioni solo attraverso lo schermo, io l'ho vissuta così

Com'è stato invece esibirsi con l'orchestra?
La prima volta in cui alle prove a Roma ho sentito in cuffia l'orchestra intera suonare il mio brano è stata un'emozione incredibile


Chi ti ha colpito di più tra i big?
I Maneskin che sono bravissimi sul palco e Madame che ha la mia stessa età

Di cosa parla il tuo brano?
È solo un film mentale, è un brano d'ispirazione personale, ho iniziato a provare questi sentimenti prima della quarantena, ho scritto per esorcizzare. Il destinatario non mi piace più, non penso a una relazione, voglio concentrarmi sulla musica

Quali sono i tuoi prossimi progetti?
Continuerò a scrivere musica insieme a mio fratello, abbiamo scritto insieme anche “Che ne so”, era sul palco a suonare il pianoforte per me. Porteremo avanti due percorsi solisti restando legati: i nostri genitori ci hanno sempre supportati, compresa la nostra sorella Irene, e ci hanno avvicinato la musica. Ci hanno fatto fare lezioni di violino e piano e ci hanno avviato al mondo dell'arte, del teatro e della musica

C'è un segreto per la felicità?
È uno stato mentale, dipende da come viviamo le situazioni, la nostra vita è un susseguirsi di obiettivi. Dobbiamo essere soddisfatti di quello che abbiamo o sicuri di raggiungere una certa cosa. Per esempio io adesso sono felice

Autore:
Francesco Carrubba
04-03-2021 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO