Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA VIAREGGIO (LU) 87.500

Achille Lauro, Sanremo: “La mia esibizione è una rappresentazione teatrale” Sul live a Roma anticipa: “Ci caleremo dall’alto” 05-02-2020

Achille Lauro, in gara a Sanremo con Me ne frego, parla del suo brano, della sua performance durante la prima serata del Festival dagli studi del Fuori Sanremo Reward Intesa San Paolo. In diretta su Radio Italia con Marina Minetti e Marco Maccarini l’artista racconta anche il suo prossimo appuntamento live del 31 maggio: “Finalmente ci possiamo calare dall’alto”, anticipa.

Nella tua canzone si parla di questo amore, che va su, va giù, ti scombussola…È la canzone giusta per questa kermesse, quest’anno porto un brano d’amore, diverso rispetto all’inno generazionale dello scorso anno. È un amore menefreghista, ma il ‘Me ne frego’ non è antipatico, è un ‘me ne frego facciamo lo stesso, stiamo insieme, viviamo’. L’amore è passare il limite”.

Come stai in generale? Sono contento perché sta passando quello che era il progetto. L’idea principale era condensare quello che succede in un’ora e mezza nei live in 4 minuti, volevo un momento introspettivo, poi lo stupore, il glam, il punk”.

La clip più visualizzata al momento tra le esibizioni del Festival è quella di Achille Lauro. Ti sei trasformato da crisalide farfalla… Si vedeva dalla faccia quello che avevo in testa. Quando mi sono tolto la cappa e si è vista la faccia”.

Ci vuole anche coraggio.È una rappresentazione teatrale. Se inizi a vedere la musica così capisci che è tutto normale. Non vedevo l’ora di farlo, avevo pensato questa cosa in fase embrionale”.

Quali sono i messaggi che ti hanno inorgoglito dopo la tua esibizione? “Ho ricevuto migliaia di messaggi ma non sono ancora riuscito a vederli, Sanremo è una macchina e voglio avere un momento per fermarmi e leggere”.

Ci sarà un’evoluzione…Chi lo sa. Sicuramente è uno spettacolo”.

Baci sempre le persone con cui condividi il palco?Solo Boss Doms”.

Qual è il prossimo palco in cui ti verremo applaudire?Domani a Sanremo. Poi c’è una data il 31 ottobre a Roma, sono cresciuto lì. Per me stupendo tornare dove tutto è iniziato in una location importante. Sarà il punto zero e si ricomincerà tutto da zero. Finalmente ci possiamo calare dall’alto”.


Autore:
Chiara Cipolla
05-02-2020 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO